Lavorare con paraplegia

Integrazione sul mercato del lavoro nel confronto internazionale

Avere un lavoro, guadagnarsi da vivere e mantenere i contatti sociali sul posto di lavoro dà un senso alla vita. Tuttavia, le persone con lesioni del midollo spinale si trovano spesso svantaggiate in molti Paesi perché il mercato del lavoro non è né inclusivo né accessibile.

La partecipazione media al mercato del lavoro tra tutti i Paesi partecipanti allo studio InSCI è del 38%. Il grafico mostra l’integrazione sul mercato del lavoro sia per la popolazione totale che per le persone con una lesione al midollo spinale che hanno partecipato allo studio InSCI. Il Marocco mostra il più basso tasso di occupazione per le persone con lesioni spinali al 10%, rispetto al 44% della popolazione totale. La Svizzera si trova in una posizione di punta rispetto agli altri Paesi, con un tasso di occupazione del 61% per le persone con lesione spinale.

Grafik Arbeitsmarktintegration
Clicca sul grafico!

Mercato del lavoro svizzero: tendenza positiva dal 2012

Osservando più da vicino la Svizzera grazie allo studio SwiSCI, si può osservare una chiara tendenza a partire dai sondaggi del 2012 e del 2017: rispetto al 2012, la percentuale della popolazione attiva è passata dal 53% al 61%. La percentuale di persone con un grado di occupazione del 31-60% è scesa al 44%, mentre la percentuale di dipendenti a tempo pieno è salita da circa il 18% al 24%.

Arbeitspensum 2012 2017 IT
Clicca sul grafico!
Evoluzione dell’occupazione lavorativa e del grado di occupazione in Svizzera dal 2012 al 2017.

Più del 30% lavora per 20 anni e più dopo l’insorgenza della lesione al midollo spinale. Solo il 5% è disoccupato. Il lavoro di integrazione professionale svolto nei centri per paraplegici della Svizzera si rispecchia nello sviluppo positivo degli ultimi anni. Ciò va a beneficio non solo dei pazienti stessi, ma anche del sistema sociale.

Tags: Lavoro, Ricerca internazionale, Mercato del lavoro per le persone con paralisi spinale

Stampa