SwiSCI-Host | SPF
SwiSCI-Host | SPS
Passi come barriera

Superare le barriere

Il reinserimento nella società dipende molto dagli ostacoli che le persone sperimentano nel loro ambiente di vita. Ci sono barriere architettoniche nelle infrastrutture pubbliche, come negozi, uffici governativi, scuole, il posto di lavoro e i mezzi di trasporto. Ma anche il clima, la propria situazione abitativa e finanziaria e la disponibilità di mezzi ausiliari possono rappresentare degli ostacoli alla partecipazione sociale.

Perché le barriere sono un problema?

L’accesso al proprio alloggio è un problema con cui si trovano confrontate persone con disabilità in tutto il mondo. Spesso vengono dimesse dall’ospedale, ma una volta arrivate a casa si trovano di fronte a scale, bagni troppo piccoli o cucine inaccessibili. Questi individui rimangono così "intrappolati" nelle loro case, o devono trasferirsi in alloggi di bassa qualità. Ma non sono solo le condizioni di vita a poter diventare una barriera: per partecipare all’istruzione, al lavoro o ad attività fuori casa, è necessario l’accesso ai trasporti pubblici e agli edifici. In assenza di rampe o ascensori, gli individui in carrozzina rischiano di venire esclusi da queste attività. I problemi sono spesso causati da edifici che sono accessibili solo attraverso terreni scoscesi, acciottolati o scale, o che non dispongono di servizi igienici adeguati e passaggi sufficientemente larghi.

Le barriere più presenti nel mondo

Nello studio InSCI le sei barriere più frequentemente menzionate sono le seguenti: l’accessibilità degli alloggi, l’accessibilità delle infrastrutture e dei trasporti pubblici, la propria situazione finanziaria, il sistema di assistenza statale e le condizioni climatiche.

Rollstuhl im Hochwasser
Le forti piogge e la mancanza di un sistema fognario possono rendere la vita in carrozzina molto difficile. In alcuni Paesi sono le condizioni climatiche come il caldo, il freddo o l’umidità a rappresentare una barriera.

I partecipanti allo studio nei Paesi Bassi e in Norvegia segnalano la minor presenza di barriere ambientali. Queste ultime sono percepite più frequentemente in Marocco, Italia, Corea del Sud e Sudafrica.

Alcuni gruppi di persone con lesione midollare hanno maggiori probabilità di percepire le barriere ambientali. Tra questi vi sono donne, persone a basso reddito, persone con paraplegia, persone con lesioni complete e persone con molti problemi di salute.

Se queste figure sono limitate nella loro partecipazione sociale e nelle loro attività, ciò influisce sulla loro qualità di vita e quindi sulla loro salute. Se le persone colpite non possono recarsi alle consultazioni mediche o terapeutiche, non possono mantenere i contatti e le amicizie, non ricevono aiuti o sviluppano disturbi fisici a causa delle condizioni climatiche, aumenta anche il rischio di sviluppare malattie concomitanti.

Obiettivo: individuare e rimuovere le barriere

I dati InSCI mostrano per i singoli Paesi in quali ambiti c'è più bisogno d'agire. Sarà poi necessario definire misure adeguate per ridurre i problemi più gravi. Un’analisi comparativa dei dati del sondaggio InSCI mostra già che tutti i Paesi hanno un potenziale di miglioramento nell’accessibilità degli edifici e delle infrastrutture pubbliche, nonché nei trasporti. In alcuni Paesi, tuttavia, l’assistenza medica, il sostegno finanziario o i servizi di assistenza sono le priorità principali.

Le barriere architettoniche più presenti in Svizzera

Guardando alla Svizzera, il 14% dei partecipanti allo studio SwiSCI afferma di non essere in grado di raggiungere in maniera soddisfacente spazi pubblici come ristoranti, negozi o luoghi di eventi e di sentirsi per questo molto limitato. Ciò riguarda in particolare le persone di età superiore ai 65 anni, le donne, i tetraplegici e le persone con paraplegia non traumatica.

Il 10% degli intervistati afferma che la propria mobilità è molto limitata perché non ha sufficiente accesso ai trasporti. La Svizzera svolge tuttavia un ruolo pionieristico nel settore dei trasporti: in tutti gli altri Paesi dell’Europa occidentale, un numero sempre maggiore di persone segnala la carenza di mezzi di trasporto.

Barrieren IT
Clicca sul grafico!
Percentuale delle persone coinvolte la cui vita è resa molto difficile da un’accessibilità insufficiente, in Svizzera e in Europa occidentale.

In confronto ai dati internazionali, l’assistenza sanitaria per le persone con lesioni del midollo spinale è ai massimi livelli in Svizzera. L’86% dichiara di essere soddisfatto o molto soddisfatto dell’assistenza sanitaria generale nella propria regione. Il 93% ha l’attrezzatura medica di cui ha bisogno. Solo il 3% riferisce di cure inadeguate e dei problemi che ne derivano per la propria salute.

Tags: Accesso, Accessibilità di edifici

Stampa

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.