SwiSCI-Host | SPF
SwiSCI-Host | SPS

Guida

Come posso prevenire un’infezione delle vie urinarie?

Alcune misure preventive possono contribuire ad attenuare le infezioni urinarie, tra cui [1]:

  • Bere molto: Un consumo abbondante di liquidi garantisce il mantenimento ottimale di tutte le funzioni corporee, aiutando altresì a risciacquare regolarmente la vescica. L’acqua dovrebbe essere privilegiata rispetto ad altre bevande.

Leggi tutto

Stampa

Come riconosco un’infezione al tratto urinario?

Un’infiammazione batterica delle vie urinarie può manifestarsi in maniera molto diversa. Sintomi includono:

  • Urina torbida, densa
  • Urina maleodorante
  • Sangue nelle urine
  • Minzione più frequente in quantità più esigue
  • Bruciore o dolore durante la minzione
  • (Aumentata) perdita di urina
  • Dolori nell’area addominale inferiore
  • Dolore al basso ventre (dolore sovrapubico)
  • Mal di testa
  • Nausea
  • Perdite intorno al catetere con cateterismo permanente
  • Febbre
  • Aumento della spasticità muscolare, eccessiva sudorazione, brividi

Stampa

Questi sono gli esercizi “più efficaci” per alleviare l’intensità dei dolori

Gli esercizi elencati qui di seguito, praticati con regolarità, possono aiutare a ridurre le sensazioni dolorose e contribuire pertanto a rafforzare il benessere generale. Queste attività possono giovare non solo a tutte le persone che soffrono di dolori, ma anche semplicemente ad acquisire una maggiore consapevolezza dei propri comportamenti e delle proprie azioni.

Non è difficile integrare questi esercizi nella propria quotidianità. È importante però praticarli almeno una volta alla settimana per minimo 15 minuti.

  1. Esercizio “riconoscenza“
    Imparate a riconoscere gli eventi piacevoli e positivi occorsi durante la giornata ed esprimete la vostra riconoscenza nei confronti del prossimo (direttamente o per iscritto)!
  2. Esercizio “amicizie“
    Le amicizie vanno strette, curate e apprezzate! Prendete parte alla vita dei vostri amici e lasciateli partecipare alla vostra, ad esempio incontrandovi quanto più possibile.
  3. Esercizio “cortesia“
    Fate una “buona azione” per qualcuno, che si tratti di un amico o di uno sconosciuto, direttamente o in via anonima, in maniera spontanea o pianificata! Ad esempio, aiutando un vostro amico a rispettare una scadenza importante, o assistendo il figlio dei vicini con i compiti.

Stampa

Più attività fisica nella vita quotidiana – Ma come?

La messa in pratica delle raccomandazioni sull’attività fisica non deve avvenire in contesti sportivi o fisici particolari. La vita quotidiana offre alle persone con disabilità sufficienti occasioni per sudare o mettere alla prova il proprio fiato.

Ecco alcune possibilità:

  • nei percorsi in carrozzina fuori casa preferire sempre la via più lunga invece delle scorciatoie
  • percorrere i tragitti quotidiani entro lassi di tempo prefissati
  • cercare percorsi giornalieri che presentino salite
  • fare giardinaggio
  • utilizzare la handbike (ad esempio per recarsi al lavoro, fare la spesa, con la propria famiglia)

Scopra nell’intervista (in tedesco) con Stefan Lange, atleta in carrozzina e istruttore di fitness, perché lo sport è fondamentale per le persone con paraplegia e come si può introdurre maggior movimento nella propria vita quotidiana: http://www.der-querschnitt.de/archive/19593 

Stampa

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni Ok